RISPOSTE PRIVATE

Categorie: Risposte Private
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 26, 2007

Risposte private di
Sussana Agnelli

Le risposte private de ilVignettificio - Cara Sussana, mi chiamo Francesco, ho quarant’anni, sono un impiegato parastatale e vado a puttane. Tutto cominciò per caso. Una sera accostai una povera giovincella che mi pareva in difficoltà. “Posso salire?” mi chiese. “Sì, certo” risposi. Arrivati vicini ad uno spiazzo, “Puoi accostare qui” mi disse. “Sì, certo” risposi. “Allora, la vuoi tirar giù o no, la patta” mi disse. “Sì… c…certo” risposi. All’improvviso mi parve fosse diventata un angelo. La guardavo mentre articolava le fauci intenta a svergarmi il pinnacolo, e pensavo con meraviglia alla fortuna di aver incontrato questa signorina così generosa e altruista. “Finalmente ho trovato una madre per i miei figli” pensai. Volevo sposarla, sa io sono un tipo all’antica, credo molto nel matrimonio. La mia prima moglie ci credeva un po’ meno. Passarono minuti che mi parvero eterni. “Sono trenta euro”, alla fine mi disse. Fu l’amaro risveglio. Solo allora capii il suo mestiere. Ma ormai ero innamorato. Ci rivedemmo anche nelle sere successive. Un giorno mi presentò alcune sue amiche. Loro mi chiamarono. Io, sventurato, risposi anche a tutte loro. Da allora è passato un anno. Sono felice, ma questa felicità costa. Ho dilapidato i miei risparmi, e ho sempre bisogno di soldi. Non so come fare per andare avanti. La prego Sussana mi aiuti.

Francesco ’57, Assisi

.
Fossi in lei non dispererei. Si iscriva ad un sindacato e pianti un un po’ di casino. Sono sicura che non avrà difficoltà a far stornare i soldi del fondo solidale per i giovani precari per farle avere un raddoppio di stipendio. Anzi se agisce bene all’interno del sindacato, riuscirà a convincerlo a dare l’ok a qualche altro pacchetto di riforme neoliberiste, e potrà contare sull’ingresso di un sacco di nuove belle giovani costrette a prostituirsi per tirare a campare.

RISPOSTE PRIVATE

Categorie: Risposte Private
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 12, 2007

Risposte private di
Sussana Agnelli

Le risposte private de ilVignettificio - Carissima, siamo una coppia di fatto. Tempo fa abbiamo anche provato ad adottare un bambino per seviziarlo. Si sa, noi coppie di fatto siamo tutti delinquenti pervertiti pedofili figli del maligno. Ma siamo anche molto devoti. Decidemmo di farlo per non contraddire i giudizi nei nostri confronti espressi negli ultimi tempi da autorevoli esponenti della conferenza episcopale. Ma non ci riuscimmo (lui scappò). Questo turbò le nostre anime sperdute. Volevamo parlarne una sera con il Monsignor, ma la perpetua ci disse che era impegnato in una cena in suo onore organizzata dai fabbricanti di mine antiuomo. Per sfogarci un po’ allora decidemmo di andare all’uscita del mercato a bastonare le vecchiette. Si sa, noi coppie di fatto siamo tutti delinquenti pervertiti pedofili figli del maligno. Una di queste vecchiette, invocando pietà, ha detto che se volevamo poteva darci in affidamento sua nipote. Non ci parve vero. Ritrovammo la luce. Avviammo le pratiche. Ma queste scorrono a rilento. Sussana, lei che è così ricca e potente, la prego corrompa qualcuno. Vogliamo arrivare ad una conclusione al più presto. Ci teniamo molto a diventare una coppia di fatto di delinquenti pervertiti pedofili figli del maligno a tutti gli effetti.

Pollicione ’84 e Mignolina ’83, Castelvecchio Calvisio

.
Carissimi, essendo anche io una credente devota apprezzo molto i vostri sforzi per non contraddire il giudizio ponderato espresso da personalità così saggie ed illuminate. Sarò lieta di corrompere il direttore del centro adozioni. E se non vorrà soldi, magari proverò ad andare a letto con lui. Così unisco l’utile al dilettevole. Saluti e auguri di buona adozione, Sussana.

LE GRANDI PAROLE

Categorie: Le grandi parole
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: maggio 6, 2007

Le grandi parole dei nostri tempi. La parola di oggi è:

PASSIVO

Le grandi parole dei nostri tempi de ilVignettificio - Il passivo non è il contrario dell’attivo: quello è il pigro. Il passivo è colui che se avesse la fortuna di ritrovarsi in una stanza con decine di porte, non avrebbe mai la curiosità di aprirne una, così tanto per vedere che cosa c’è al di là.

pagina 1 di 1

Articoli recenti
Commenti recenti

    Benvenuto , oggi è sabato, settembre 23, 2017