NEWS

Categorie: News
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: gennaio 29, 2006
POLITICA. In una recente intervista, il premier ha escluso di pensare ad un eventuale colpo di stato, dopo che un sondaggio ha evidenziato che avrebbe portato ad un calo di consensi del 3 per cento per la maggioranza.

AUTOMOBILI. Hai gli occhi di tua madre, le gambe di tua sorella, il petto di tua zia, le labbra di tua moglie, il culo di tua cugina, le mani di tua suocera, e allora perchè chi ti conosce si ostina a chiamarti Mario?

RITORNO AL PROPORZIONALE. Bin Laden sta all’islam come D’Alema sta agli operai.

NEWS

Categorie: News
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: gennaio 14, 2006
RITORNO AL PROPORZIONALE. Scarlett Johansson sta ad Alessia Fabiani come Dio sta a quella mosca che ieri, nel vicolo qui all’angolo, zigzagava nello spazio aereo di un postumo di una defecazione canina.

VODAFONE. Dopo un toccante colloquio privato con il Santo Padre, il consiglio di amministrazione della nota società ha deciso di smetterla di raccontare balle. Per rimediare, al termine del prossimo spot Megan Gale, invece che al pubblico, rivolgerà il suo petto prosperoso ad una foto dell’amministratore delegato e scandirà il nuovo slogan “Il mondo è suo”.

SPORT. Con la netta affermazione della “Battutisti specializzati nel paragonare Gegia a top-model football club” contro “AC Battutisti specializzati nel paragonare Rosy Bindi a top-model” per 4 a 1 si è conclusa la prima fase dei gironi eliminatori. Ad inaugurare i quarti di finale sarà il match Real Madrid – Nazionale “Lucidatori pavimenti a piombo”. Biglietti in prevendita a partire da Martedì.

NEWS

Categorie: News
Tag: Nessun tag
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: gennaio 6, 2006
BOTANICA. Dai diamanti non nasce niente, dalla capa di Silvio nascono i capelli…

KINDER SORPRESA. Un’emozione sempre nuova, un gioco, del cioccolato, diciotto ore di imprecazioni in Aramaico prima di riuscire a rimettere la sorpresina nell’ovetto.

LOTTA AL TERRORISMO. Catturato dalla Cia, portato in Egitto, torturato per 36 ore perché sospettato essere un pericoloso terrorista islamico è stato rilasciato dopo quattro giorni con tante scuse. Certo l’errore giudiziario: per sbaglio non si erano accorti di aver rapito un cammello.

pagina 1 di 1

Articoli recenti
Commenti recenti

    Benvenuto , oggi è martedì, luglio 25, 2017